giovedì 22 ottobre 2009

Appello al voto per la candidatura di Ignazio Marino dalla Società Civile

Noi sottoscritte e sottoscritti, non appartenenti al Partito Democratico, nei confronti del quale abbiamo talvolta manifestato posizioni critiche, sosteniamo Ignazio Marino e Vittorio Angiolini nelle elezioni primarie del prossimo 25 ottobre per le cariche di segretario nazionale e regionale del PD. Siamo infatti convinti che l'affermazione della mozione Marino potrà garantire un effettivo ricambio e rinnovamento della classe politica e potrà spingere in maniera determinante l'evoluzione del PD verso un partito aperto in modo disinteressato alla società civile, al servizio dei cittadini, trasparente ed inclusivo in ogni decisione politica, che utilizzi le primarie per la selezione dei candidati a tutte le cariche elettive pubbliche. Un partito guidato dai criteri di capacità e merito nella scelta del personale politico e istituzionale, difensore intransigente dei valori e dei principi contenuti nella Costituzione italiana.

Condividiamo i contenuti e l'impostazione della mozione Marino, in particolare:

  • le politiche del lavoro, di contrasto alla precarietà e aiuto al reddito dei lavoratori flessibili, con un welfare rinnovato ed efficiente;
  • il sostegno alla green economy, alle fonti rinnovabili e la ferma opposizione all'energia nucleare;
  • il raggiungimento di standard europei per la laicità e i diritti: l’effettiva parità uomo-donna e il riconoscimento dei diritti civili;
  • l’approvazione di leggi sulle unioni civili, sul testamento biologico e sull’omofobia;
  • l’innalzamento della qualità dei servizi di accoglienza e integrazione degli immigrati;
  • regole e solidarietà per gestire, con sicurezza e serenità, i grandi flussi migratori;
  • la riforma della giustizia, per un sistema efficiente a misura di cittadino, nel quale tutti siano effettivamente uguali davanti alla legge, sia garantita la certezza della pena e l’indipendenza della magistratura;
  • la lotta alle mafie e alla criminalità organizzata;
  • l’aumento degli investimenti, e il taglio agli sprechi, nella ricerca e nella pubblica istruzione;
  • la riforma della Pubblica Amministrazione, con cultura dei risultati e della valutazione;
  • la riforma del sistema politico e della legge elettorale, con collegi uninominali e preferenze, taglio degli sprechi e dei costi eccessivi della politica, eliminazione dei privilegi di casta;
  • la lotta all'evasione fiscale e l'opposizione ad ogni forma di condono fiscale o edilizio;
  • la difesa della libertà di informazione e l’approvazione di una legge sul conflitto d’interesse;
  • un’opposizione ferma e determinata alle politiche del Governo Berlusconi.
Per questi motivi voteremo e invitiamo a votare Ignazio Marino e Vittorio Angiolini alle elezioni primarie del Partito Democratico del 25 ottobre.
In caso di successo della mozione e delle liste Marino ci impegniamo fin da subito a vigilare affinché le nostre aspettative non vengano tradite e a denunciare ogni incoerenza tra quanto annunciato e quanto realizzato da Marino e Angiolini.

Sottoscrivono:

  • Antonio Aceti
  • Stella Boni
  • Sergio Cannavò
  • Stefano Caserini
  • Giuseppe Castelvecchio
  • Maria Rosa De Vecchi
  • Margherita De Vizzi
  • Mariangelo Fontanella
  • Luca Forlani
  • Roberta Frati
  • Stefano Joli
  • Elena Magrini
  • Assunta Mecca
  • Ghigni Minojetti
  • Lorenza Pozzi
  • Marina Rossi
  • Egisto Taino
  • Antonio Tealdi

L'appello è stato anche pubblicato tra le lettere al Cittadino del 22 ottobre 2009

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento